Etichette: maculopatía

La tastiera perfetta

Anche la maculopatía si può trattare con il risposo mentale, aggiungendo alcune altre accortezze ambientali e alimentari per avere risulati migliori.

«La croce si fa con due bastoni»

Un caso di maculopatía grave scaturito da un conflitto psichico comincia a migliorare per mezzo del riposo mentale mentre un altro caso piú semplice di presbiopía impara presto a vedere quasi tutta la tabella anche da vicino.  Il ruolo delle radiazioni ionizzanti e come difendersi.

Scetticismo silenzioso temporaneamente sconfitto in una diciottenne con quattro diottríe di miopía che conquista 10/10 per mezzo del riposo mentale progressivo

Una diciottenne ottiene lampi continuati di vista normale con 4 diottríe di miopía ma poi si rimette gli occhiali.  Altro socio ugualmente miopico invece rimane senza e può guidare di giorno senza problemi avendo misurato una vista sufficiente (10/15).  Una tredicenne ricupera da una ricaduta immaginando la punta della coda del suo gattino preferito.  Maculopatía grave trova sollievo con l’ aiuto dell’ olio di canapa acquaceutico.

Il trattamento con il sole sblocca la vista di un visitatore anziano (danneggiata dagli occhiali progressivi) che poi se ne va guidando senza correzione visto che ci vede bene lo stesso

Un signore anziano, mandato dalla figlia, sostanzialmente guarisce la sua vista grazie all’ aiuto della luca del sole, e se ne torna a casa senza occhiali dopo avere verificato la acquisizione di una vista sufficiente per guidare senza correzione.  Altri casi ugualmente interessanti all’ interno.