Questioni filosofiche nella “distrofía retinica”